La centrale Ticino Soccorso 144

Nell'arco di un anno gli operatori evadono circa centomila chiamate; la centrale non si occupa infatti di gestire unicamente le richieste di intervento che arrivano al 144 o al 1414 (Centrale Rega che passa a Ticino Soccorso le richieste di intervento con elicottero in Ticino), ma anche di fornire all'utenza informazioni di carattere medico (ad esempio la richiesta del medico di picchetto), delle farmacie e di tutta una serie di servizi medico-sanitari.
Funge inoltre da centrale di comando sanitario in caso di incidenti di grosse proporzioni (macroemergenze).
Va detto inoltre che il 144 ticinese copre anche il servizio di telesoccorso e telealarm per persone sole.
Alla centrale sono attivi una dozzina di operatori sanitari professionisti che si alternano su turni nell'arco delle ventiquattrore; oltre a possedere una formazione sanitaria, di base o specializzata, e solide conoscenze linguistiche (oltre all'italiano ed al dialetto ticinese, almeno una seconda lingua nazionale e/o l'inglese), hanno beneficiato di una formazione strutturata e certificata come operatore sanitario per
Centrale Operativa di Soccorso.
Gli operatori hanno la costante ed aggiornata visione di quali mezzi e risorse umane sono a disposizione il più vicino possibile al luogo in cui si trova l'infortunato o il malato da aiutare. In Ticino in dieci anni l'organizzazione degli interventi è stata affinata in modo tale che quello ticinese è diventato una sorta di modello da prendere ad esempio anche in altri cantoni grazie a dei progetti (gestione dell'intervento
totalmente integrata informaticamente, cartografia computerizzata,...) che sono il frutto di un grosso impegno anche dietro le quinte. L'encomiabile lavoro va di sicuro a vantaggio di tutta la collettività. E non solo di quella ticinese, visto che un grosso sforzo viene fatto anche dal punto di vista delle lingue; quella ticinese è la centrale d'allarme più poliglotta della Svizzera (dialetto compreso), necessità imprenscindibile per un cantone turistico come il nostro.