Menu

Ricorda: le iscrizioni sono aperte fino al
30 giugno 2024!

Chi è un Soccorritore Volontario?

Il Soccorritore Volontario Brevettato (SVB) è una persona che svolge la propria attività in un Servizio Ambulanza dopo aver seguito una formazione impartita dalla Federazione Cantonale Ticinese dei Servizi Autoambulanze (FCTSA), riconosciuta dal Dipartimento della sanità e della socialità e dall'Interassociazione Svizzera di Salvataggio. Appartiene ad una équipe di intervento e collabora con il soccorritore diplomato, con il soccorritore specialista o con il medico di urgenza, garantendo il proprio contributo all’offerta in prestazioni pre-ospedaliere. Egli effettua turni in ambulanza e collabora nei picchetti per manifestazioni sportive e culturali. La supervisione è garantita dal paramedico in équipe (intervento e turno di servizio). Si attiene, nelle diverse fasi dell’intervento e in sede, alle direttive generali dell’ente, nel rispetto delle conoscenze e competenze acquisite durante la formazione. Egli condivide i valori definiti nella carta del servizio e si impegna a promuoverli.

Attenzione: questa è una forma di volontariato non lucrativo; non ha nessuna relazione con l'esercizio professionale.

Perché diventare Soccorritore Volontario?

Spirito di gruppo, rispetto, coerenza, flessibilità e solidarietà sono valori che condividi?

Disponi di tempo libero che vuoi dedicare a un'attività di volontariato?

Ecco alcune peculiarità che troverai all’interno del Servizio Ambulanza:

  • ambiente dinamico e giovanile
  • formazione nel campo del soccorso pre-ospedaliero
  • possibilità di soddisfare il bisogno di sentirsi utili
  • socializzare

Come si diventa Soccorritore Volontario?

Una volta superata la fase 1 (selezioni) e quindi ammessi come candidati soccorritori volontari, bisogna seguire la formazione di base cantonale (Corso per soccorritore volontario d'ambulanza "FoSV2025”) e superare gli obiettivi sommativi richiesti. La formazione prevede l’acquisizione dei corsi Livello 1-2-3 dell’Interassociazione di Salvataggio Svizzero (IAS), spendibili anche a livello personale/professionale. I corsi IAS (fase 2 del corso) sono organizzati in 7 giornate formative pianificate nei fine settimana dei primi 3 mesi di formazione. Acquisito il Livello 3 IAS, il candidato è autorizzato ad effettuare i turni di servizio e quindi intraprendere gli interventi in ambulanza (urgenti e non). La fase 3 della formazione prevede schede didattiche specifiche del Servizio Ambulanza, lo studio avviene prevalentemente in formato e-learning. Attraverso 3 giornate formative, il candidato sarà valutato su quanto appreso, se le valutazioni risulteranno positive riceverà la certificazione finale di Soccorritore Volontario d’Ambulanza FoSV.

Le tre fasi della formazione

Per maggiori informazioni

Guarda la registrazione della serata informativa o scarica la presentazione, per trovare tutte le informazioni del percorso formativo.

Quali sono i requisiti minimi per candidarsi alla formazione?

  • 18 anni compiuti entro la conclusione della fase 2 (Livelli IAS)
  • Possesso di un numero AVS
  • Vaccinazione per l’Epatite B o essere dispost* a vaccinarsi.
  • Età massima 60 anni

Qual è l’impegno richiesto dopo la formazione di base?

Essere soccorritore volontario è un impegno prolungato nel tempo, sia dal punto di vista della formazione permanente e continua, sia per quanto concerne i turni in autoambulanza (quantità e tipologia).
Annualmente, ogni soccorritore volontario deve garantire turni di servizio (circa 200-250 ore annue) e ore di formazione (circa 15-20 annue) tali da cumulare sufficienti punti coefficienti richiesti dalla FCTSA. Ogni Servizio Ambulanza detiene particolarità singolari in merito a turnistica richiesta e disponibile.

Soccorritore Volontario?
Perché NO!?